Visita guidata nel cuore di Cagliari: Tuvixeddu

 

L’ESCURSIONE si preannuncia imperdibile perché, all’insegna del sano camminare, parteciperanno esperti di storia, archeologi e speleologi. Si andrà infatti a descrivere rituali funerari e la genesi della città dei morti di 2600 anni fa, dove, recentemente, è stata inaugurata una nuova e inedita zona di visita, estesa un ettaro. I partecipanti, che dovranno indossare abbigliamento comodo e pratico, scarpe da trekking ed esser dotati di una fonte di luce, al termine della visita potranno accedere in una caverna ricca di sorprese. Evento a numero limitato.

Previste 3 ore di passeggiata. Ed esistono altre realtà che toccheremo e che “il turista non può vedere”.

Solo così toccheremo con mano la bellezza di Cagliari, ed i suoi paesaggi inaspettati.

La passerella sulle tombe nella zona aperta al pubblico del parco

Si partirà dal piazzale L’Unione Sarda per andare a visitare zone poco note della città, raccontando la storia dei beni archeologici celati sotto i palazzi di via Santa Gilla, passando per la grotta della vipera, il mercato domenicale, e poi tappa nel colle dei punici tra sepolture e sotterranei.

La visita si preannuncia suggestiva e coprirà un percorso per buoni camminatori di circa 4 km che ci porterà a vedere il colle dal basso e dall’alto, con la formula del trekking urbano tra strade asfaltate, sterrato, passerelle.

La zona di Sant’Avendrace a Tuvixeddu

Andremo alla riscoperta della Città dei morti di Cagliari, creata circa 2600 anni fa, ma in parte devastata dalle mine esplosive dei cavapietre, riutilizzata dai senzatetto della seconda guerra mondiale, ed in parte ancora oggi sconosciuta ai più!

RADUNO, per i soli prenotati, essendo una iniziativa esclusiva e a numero limitato, nel piazzale Santa Gilla, antistante le Torri di Santa Gilla alle ore  9,00. Ma attenzione: è necessario essere iscritti e per farlo basta inviare una mail agli organizzatori, con i dati personali e i recapiti telefonici

 

Contrib vol: 10 eu per con assicurazione assicurazione obbligatoria, e iscrizione con polizza

Raccomandato: abbigliamento “a strati” per il clima che alterna Sole al vento, scarpe chiuse da tennis, con buona suola aderente al terreno e meglio se da trekking, una fonte di luce individuale in tasca. Evitare: stivali e stivaletti!

Info e adesioni: sardegnasotterranea@gmail.com oppure a:amicidisardegna@tiscali.it

whattapp: 3398001616

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *